Abruzzo · Abruzzo a tavola · Storia e tradizioni · Viaggiare in Abruzzo

Tra i borghi più belli d’Italia: Civitella del Tronto (TE)

E’ domenica e nonostante siamo nel bel mezzo dell’inverno, un caldo sole accompagna questa giornata abruzzese. Io sento già il profumo della primavera che si fa strada tra i mandorli in fiore della mia campagna. Da qui, all’ombra di questo albero, posso vedere sia la Maiella che il mare Adriatico e sento che l’Abruzzo mi sta chiamando. E’ tardi, perché e domenica e si sa, è il giorno in cui si può dormire più a lungo. Ma non importa, infondo in Abruzzo basta prendere e partire: con un’ora puoi arrivare dovunque! E allora dove si va?

Il borgo fortificato di Civitella del Tronto (TE)
Il borgo fortificato di Civitella del Tronto (TE)

Scelgo Civitella del Tronto perché ne ho un dolce ricordo e perché mi va di spingermi verso il teramano. Trovo che quella sia una terra più selvaggia della mia ed è quello di cui ho bisogno in questo momento. Una terra che non segue regole ben precise, ma è libera di esprimere se stessa come e quando vuole! E poi è uno dei borghi più belli d’Italia, quindi voglio mangiare lì, passeggiare tra le sue vie e salire in cima alla fortezza, lì dove puoi vedere il mondo dall’alto, da quella giusta angolazione dove tutto si fa più leggero.

L'ingresso al borgo di Civitella del Tronto (TE)
L’ingresso al borgo di Civitella del Tronto (TE)

Da buona abruzzese arrivo proprio ad ora di pranzo, ma non so dove mangiare! Allora mi affido alle nuove tecnologie. TripAdvisor valuta molto bene il Ristorante Colle Santamaria, quindi, senza pensarci troppo, mi fido! E non me ne pento. Il panorama è davvero affascinante: il ristorante è situato sul colle di Santa Maria dei Lumi e dalle sue vetrate puoi ammirare il Gran Sasso, la Maiella, la costa adriatica e la Val Vibrata. Un pezzo di mondo che racchiude il meglio della mia regione. Il pranzo non mi delude con i suoi antipastini tipici, la pasta fatta in casa, le verdure della stagione, la carne fresca e il gelato artigianale.

Ristorante Colle Santamaria, Civitella del Tronto (TE)
Ristorante Colle Santamaria, Civitella del Tronto (TE)

Soddisfatta riprendo il mio cammino verso la fortezza aragonese, una tra le più grandi d’Europa. Sì, ma che vuol dire? Non lo capisci finché non ti ritrovi a percorrere i suoi 500 m di lunghezza attraversando le sue cisterne, le piazze d’armi, i camminamenti di ronda e le caserme. E c’è qualcosa di magico nei resti della chiesa di San Giacomo o in quelli del Palazzo del Governatore. Qualcosa che ha sfidato le ingiurie del tempo per mostrarsi ai tuoi occhi. Per alcuni si tratta solo di pezzi di mura, ma questo non è sufficiente a rendere omaggio alla storia.

Nella rocca di Civitella del Tronto (TE)
Nella fortezza di Civitella del Tronto (TE)

Le quattro sale del museo delle armi ti fanno proprio entrare nel vivo delle battaglie storiche che hanno investito l’edificio. E se ti concentri abbastanza riesci perfino a sentire le grida dei battaglioni francesi che, guidati dal duca di Guisa, attaccano il borgo di Civitella. Fu una battaglia alla quale gli spagnoli riuscirono a fare resistenza e che determinò la costruzione di questa fortezza, voluta da Filippo II d’Asburgo nel lontano 1564. Anche se le origini di questo luogo fortificato sono più antiche e la sua prima menzione risale alla metà del XIII secolo. Ad emozionarmi è proprio questo: pensare a questi uomini che, con le loro armature, hanno marciato sulle stesse pietre dove oggi cammino io. La storia si fa più vicina quando ci rendiamo conto che è determinata da esseri umani. Persone come noi con dubbi, incertezze e paure non troppo diverse dalle nostre. E quanto dovevano pesare le loro armature? A cosa pensavano mentre sferravano i loro attacchi ai nemici? Magari la maggior parte di essi desiderava solo rientrare a casa dalle proprie famiglie.

Verso il Museo delle Armi, Civitella del Tronto (TE)
Verso il Museo delle Armi, Civitella del Tronto (TE)

E’ questo ad affascinarmi in questo luogo. La fortezza è un piccolo gioiello di architettura militare, ma non solo. E’ anche storia che arriva dritto a te, con i massicci del Gran Sasso e della Maiella che gli fanno da sottofondo. Questo è il panorama che puoi godere dal Belvedere della fortezza. In quel punto dove, come vi dicevo, tutto si fa più leggero. E’ terapeutico raggiungere i luoghi situati in altura. Respirando l’immensità della natura riesci a vedere il mondo con obiettività e a sentire che tutto andrà bene.

Dal Belvedere della rocca, Civitella del Tronto (TE)
Dal Belvedere della fortezza, Civitella del Tronto (TE)

Dopo essermi ricaricata scendo nel cuore del paese. Lo chiamano “borgo fortificato” perché questo centro nasce con scopi difensivi, collocandosi in un punto di confine tra la conca aprutina e quella ascolana. La passeggiata è piacevole e si apre a scorci suggestivi. Io non lo so chi vince, se il panorama o l’architettura fortificata di Civitella. Forse è semplicemente l’insieme a rendere unico questo posto e piazza “Filippi Pepe” me lo ricorda, perché sembra spuntare all’improvviso, dal nulla. Prima non c’era e adesso è lì che ti aspetta. Ti lascia quel campo libero necessario per ammirare, un’ultima volta, il panorama.

Piazza Filippi Pepe, Civitella del Tronto (TE)
Piazza Filippi Pepe, Civitella del Tronto (TE)

La giornata è finita, il sole sta tramontando ed è arrivato il momento di rientrare. Qualcosa è cambiato rispetto alla mattina o forse hai semplicemente imparato ad ascoltare il richiamo di questa terra, selvaggia ed imponente, come le cose che più ti affascinano di questa regione.

 

Testo e foto di Alice Petrongolo

Per informazioni sulla Fortezza di Civitella del Tronto:

http://www.fortezzadicivitella.it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...