Abruzzo · Favole · gabriele d'annunzio · Home · museo · Pescara · Quattro chiacchiere con DADA · Racconti · Visita Guidata

Una favola al Museo

Il caffè è pronto miei cari DADAfan, il suo aroma inebria la stanza e mi fa compagnia in questa grigia giornata di novembre. Come promesso siamo tornate con “Quattro chiacchiere con DADA” e tra un sorso e l’altro del mio caffè oggi vi parlo della nostra ultima creazione, una visita guidata del “Museo Casa Natale di Gabriele d’Annunzio” pensata per i più piccini.

Qualche giorno fa abbiamo ricevuto una richiesta da parte di un’insegnante della scuola dell’infanzia che si è mostrata interessata a portare in visita al museo la sua classe. Come spiegare un museo a dei bambini di 5 anni? Su cosa puntare per farli avvicinare al poeta, alle opere d’arte conservate all’interno del museo e al clima di fine Ottocento che si respira a Casa d’Annunzio? Da tempo mi balenava nella mente la voglia di inventare una fiaba usando come protagonisti i personaggi del museo. Mi piaceva l’idea di animare l’arte, di far vivere quei personaggi eternamente statici per farli dialogare anche con i più piccoli. Così è nata la fiaba “Lo sblocco dello scrittore”. Un d’Annunzio settantaduenne si sveglia un mattino nel suo Vittoriale e ha perso le parole! Esatto, avete capito bene: non trova più le parole per scrivere. Immaginate la sua disperazione… nemmeno con l’aiuto di maghi e stregoni riesce a guarire, ma non c’è da disperarsi! Una notte, quando finalmente si lascia cullare da un sonno profondo, ecco che una bellissima donna, semplice nei suoi modi e vestita da contadinella, arriva ad indicargli la via:

Gabriele, ogni lettera è una gemma preziosa.
Se tu vorrai ritrovare la loro sostanza meravigliosa,
nella tua vecchia casa dovrai andare.
Sii prudente nel ricordare
e bada bene, mio caro poeta,
solo l’animo di un bambino potrà arrivare alla meta.

C’è solo una soluzione: Gabriele è costretto a tornare nella sua vecchia casa di Pescara per risolvere questo problema, ma la donna ha parlato chiaro: solo l’animo di un bambino potrà arrivare alla metà. E chi se non Renata, una bambina di 5 anni che porta lo stesso nome della figlia del poeta, potrà accompagnarlo in quest’avventura?

Così ha inizio il viaggio di Gabriele e Renata che dalla stazione di Gardone Riviera arriveranno a Pescara. Sarà un viaggio ricco di racconti in cui Gabriele confiderà alla sua piccola amica i più intimi ricordi della sua infanzia. Ma è solo giunti a Pescara e attraversando le sale del museo che l’avventura ha davvero inizio! Stanza dopo stanza i bambini dovranno aiutare Gabriele e Renata a ritrovare quattro oggetti nascosti, senza i quali Gabriele non riuscirà mai a ritrovare le parole perdute.

Affreschi, quadri e sculture suggeriranno, attraverso divertenti filastrocche, ai nostri due avventurieri dove trovare gli oggetti smarriti. Ci saranno ostacoli e nemici da superare e il museo diventerà uno spazio interattivo dove i bambini vivranno in prima persona l’avventura raccontata dal narratore.

Noi crediamo fermamente che l’arte non abbia età. Non è mai troppo presto o troppo tardi per visitare un museo, per ascoltare una fiaba, per immergersi in un luogo intriso di storia e di cultura. Per questo vi aspettiamo domenica 16/12 alle 16:30 presso il “Museo Casa Natale di Gabriele d’Annunzio”. Sarà un’occasione speciale per tutti i bambini che vogliono avvicinarsi all’arte e decideranno di vivere quest’avventura con noi! Nella locandina allegata trovate tutti i dettagli di questo appuntamento.

Una favola al museo

Vi ricordiamo, inoltre, l’ultimo incontro di novembre previsto con DADA, che potete visionare anche dal nostro programma:

  • PESCARA NEI SUOI LUOGHI IDENTITARI: DALLA PIAZZAFORTE A BORGO MARINO
    domenica 25 novembre ore 10 c/o Pescara, Piazza Garibaldi

Per conoscere un altro pezzettino di noi, invece, ci “vediamo” il 5 dicembre sempre su questo canale.

 

Testo e foto di Alice Petrongolo

 

Annunci

2 risposte a "Una favola al Museo"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...