Abruzzo · Abruzzo in Rete · Arte · didattica · Eventi · Home · museo · Racconti · Torrevecchia Teatina · Viaggiare in Abruzzo · Visita Guidata

Mostra abiti e tessuti tradizionali abruzzesi

Molti usi popolari che cominciano a parere strani alla generalità, perché generalmente scomparsi e rimasti soltanto nei piccoli paesi e nelle città isolate, servono ora quale anello di congiunzione tra la civiltà antica e la moderna. Senza poi la conoscenza degli altri usi, dico dei più comuni che non sono ancora scomparsi, le grandi rivoluzioni non si spiegheranno mai a dovere. Io non so quanto possano giovare i compendii di storia che oggi si adottano nelle scuole, non trattando che di guerre, di assedii, di conquiste, di congressi, di trattati, di cambiamenti di ministri, re e imperatori e cose simili. Certo la loro utilità dev’essere molto scarsa; dacché vi si considera il popolo sotto un solo aspetto, e sotto l’aspetto più superficiale. Ma bisogna persuadersi che l’ aspetto sostanziale del popolo non è là: è invece nel focolare domestico, nelle conversazioni degli amici, nelle chiese, nei caffè, nelle canove, nelle piazze, nelle borse, nei teatri, nelle stazioni di strade ferrate, nelle caserme, nelle prigioni, nelle botteghe, nelle officine, nelle capanne… Qui e non altrove dobbiamo ricercare le origini degli avvenimenti politici, e anche di quelli più
clamorosi.

Con le parole di Antonio De Nino oggi vogliamo parlarvi di un progetto che ci vede impegnate nella gestione didattica della “Mostra abiti e tessuti tradizionali abruzzesi” ospitata nel Palazzo Valignani di Torrevecchia Teatina (CH). La collezione etnografica esposta comprende tre sezioni: una dedicata al grano, una alla tessitura familiare e l’ultima agli abiti tradizionali abruzzesi. Visitare la mostra permette di fare un tuffo nel passato per immergersi nei riti, nei cicli produttivi legati all’economia rurale, negli usi e nei costumi del territorio regionale, in quel “focolare domestico” tanto caro a De Nino e che rappresenta la vera identità di una popolazione.

Proprio per avvicinarci meglio a comprendere la storia umana abbiamo pensato di organizzare una visita guidata che potesse raccontare il nostro passato attraverso alcune testimonianze giunte fino a noi e alcune ricostruzioni filologiche presenti nella collezione. Da storiche dell’arte ci rendiamo conto che ci sono opere che entrano nella storia e, in quanto prodotte dal genio artistico, portano con sé rivoluzioni e cambiamenti, ma ce ne sono altre più umili che forse non cambiano il modo di pensare di una comunità intera, ma consolidano le abitudini dell’essere umano entrando a far parte della sua quotidianità.

Se siete curiosi di conoscere questa mostra, allora, vi aspettiamo domenica 23/12 alle ore 10:00 presso il Palazzo Valignani di Torrevecchia Teatina. A seguire sarà possibile ascoltare alcuni canti tradizionali natalizi nei pressi di un presepe vivente organizzato dall’Associazione CATA. Potremo, infine, scambiarci gli auguri di natale perché il nostro prossimo appuntamento è previsto per l’anno nuovo.

Mostra Abiti e Tessuti Tradizionali Abruzzesi

A chi, invece, non avrà la possibilità di seguirci in questa visita auguro un buon natale e felice anno nuovo. Che possa portarvi ovunque desideriate andare, che possa farvi volare in alto per raggiungere tutti i vostri obiettivi e che possa portarvi le riposte che cercate, ma soprattutto che possa farvi conoscere meglio l’Abruzzo.

Vi lasciamo, ancora una volta, con le parole di Antonio De Nino perché ci sembrava giusto dar risalto ad uno dei più grandi antropologi italiani della storia, che con passione e perseveranza ci ha permesso di conoscere meglio il nostro passato per comprendere appieno il presente in cui viviamo. Queste citazioni sono tratte dal primo volume di uno dei suoi testi che preferiamo: “Usi abruzzesi” che potete visionare al seguente link.

E solo co’ nuovi materiali raccolti e col dare maggiore importanza ai materiali antichi, già scartati appunto perché non si riferivano a mutamenti politici, potrà comporsi una storia vera, la vera storia del popolo italiano che conduca a fare giusti calcoli rispetto al futuro. Una storia che non serve a questo scopo riuscirà sempre inutile.

 

Testo e foto di Alice Petrongolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...